Contro il Filogaso, prima rete per Pettigrossi e Francesco Giorgi

La vittoria di domenica contro il Filogaso è stata importante per il morale della squadra, quanto per la classifica. Le quattro reti rifilate ai vibonesi dimostrano quanto valore tecnico nascosto abbia la squadra giallorossa in ogni reparto. Il rientro di Achàval, dopo una contrattura che l’ha portato a saltare il derby di domenica scorsa, è fondamentale perchè sposta gli equilibri della squadra: l’attaccante argentino, nei settanta minuti di gioco disputati, fa valere la possenza fisica contro i difensori ospiti, che poco o nulla possono fare per cercare di arginare le ripartenze del numero nove. Specialmente, quando Nirta s’inventa un lancio di quaranta metri che mette l’ariete giallorosso a tu per tu con il portiere Vallone il quale, pur di scongiurare il gol, tocca con la mano il pallone fuori dall’area procurandosi il cartellino rosso e concendendo una punizione a favore dei padroni di casa. Su quest’ultima va a battere Pitto che con un tiro ben piazzato trova il terzo gol stagionale dopo quelli rifilati all’Africo, nel derby, ed allo stesso Filogaso nel girone d’andata. La seconda rete è firmata da un altro difensore, Lautaro Pettigrossi, ordinato e sicuro in difesa quanto aggressivo e letale sotto porta. Per l’ex giocatore dell’ Everton De La Plata è la prima rete in campionato con la casacca giallorossa.
La mano di Alessandro Caridi si vede e come, soprattutto per Giuseppe Mammoliti che ad oggi, da buon capitano, appare più responsabile ed estroverso, caricandosi sulle spalle il fulcro del gioco dell’attacco, regalando tre assist ai compagni di squadra e sacrificandosi quando è necessario, anche in fase difensiva. La terza rete arriva dopo una giocata di quest’ultimo che offre ad Achàval la palla del gol, il nono per lui su undici partite disputate. Con il risultato al sicuro, il mister offre spazio ai più giovani del gruppo: Murdaca entra al posto dell’acclamato Mauro Pitto e Francesco Giorgi subentra al velocissimo Manuel Bordagaray che lascia il terreno di gioco tra gli applausi nella sua prima partita da titolare. Prima di prendersi la standing ovation, Giuseppe Mammoliti reo di aver colpito una sfortunata traversa, regala a Francesco Giorgi la gioia del primo gol in carriera, che con i suoi a 15 anni e 159 giorni diventa il marcatore più giovane del San Luca in questa stagione. È stata la domenica delle prime gioie in una partita in cui la squadra giallorossa arriva al triplice fischio con sei under in campo e la dimostrazione che l’incontro di Bovalino è stato soltanto un incidente di percorso.

© A.S.D. San Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *