SERIE D: il San Luca interrompe la striscia positiva in casa del Licata

  • 20 Dicembre 2020
  • Redazione
  • Serie D
  • 0
  • 103 Views

Il San Luca, in dieci uomini per 70′, esce a testa alta dal Dino Liotta di Licata

LICATA (AG) – In una giornata uggiosa al Dino Liotta di Licata va in scena la sfida tra i padroni di casa ed il San Luca di Ciccio Cozza che rientrava in panchina dopo la squalifica rimediata contro il Castrovillari. Il Licata del tecnico Giovanni Campanella si presenta con il 4-3-3 schierando dal primo minuto i rinforzi Caronia e De Luca giunti proprio questa settimana tra le fila della società agrigentina. Cozza, con il consueto 4-3-3, si schiera così a specchio affidandosi al tridente Leveque-Marchionna-Romero.

La prima occasione pericolosa è tra i piedi del San Luca al 6’pt: dagli sviluppi di un corner, Romero quasi dalla bandierina lascia partire un tiro di sinistro che chiama Moschella a deviare in corner. Proprio sulla ribattuta del calcio d’angolo è Leveque che fa gridare al goal la panchina del San Luca, con un tiro a giro sul secondo palo dove Pitto per un soffio non riesce a spingere la palla in porta. Al 11’pt il San Luca è nuovamente in area avversaria con Romero che incorna di testa una palla crossata dall’out di sinistra da Cotroneo, ma la conclusione finisce alta. Al 14’pt arriva la prima azione da goal per i padroni di casa: Catalano direttamente da corner tira in porta, ma il pallone viene salvato sulla linea da Romero che respinge di testa. Il San Luca ci prova in tutti i modi e al 16’pt Carbone prova a far calare il gelo sul Dino Liotta con un tiro di controbalzo da quasi trenta metri che però lambisce la traversa. Il Licata prova a rendersi pericoloso ancora con Catalano che dalla destra si accentra e lascia partire un sinistro da dimenticare. Al 24’pt arriva l’episodio che stravolge la partita: Marchionna, già ammonito per un precedente fallo da dietro, entra in maniera scomposta alle spalle di Brunetti e il sig. Pistarelli di Fermo lo espelle per doppia ammonizione. Al 28’pt gomitata dubbia di Cirivelli ai danni di Leveque, ma il direttore di gara si limita ad assegnare un calcio di punizione. Con l’uomo in meno il San Luca perde d’imprevedibilità nella manovra d’attacco ed il Licata guadagna metri in campo, rendendosi più pericoloso nei pressi di Pedretti. Al 31’ Caronia dalla sinistra mette in centro un cross per Cannavò che insacca, ma il guardalinee segnala fuorigioco. Il Licata è ancora pericoloso su calcio di punizione al 42’pt con Catalano che dai 20 metri calcia di destro ma trova la bella parata in tuffo di Pedretti. Il San Luca risponde al 46’pt, ma non sfrutta la disattenzione dell’intera difesa gialloblu: da calcio piazzato da Leveque serve in area De Miranda che ha il tempo di stoppare e calciare verso la porta, ma trova la deviazione di Moschella in calcio d’angolo. Dagli sviluppi del corner, è Pezzati a concludere lato una palla respinta da una mischia in area. 

Nella seconda frazione di gioco il Licata appare più attento ed ordinato. Catalano, al 5’st, calcia d’esterno destro, ma finisce alto. Al 19’st il San Luca ci prova con Pelle che dal vertice destro dell’area di rigore stringe troppo e il tiro centrale è facile preda del portiere. Al 23’st un’altra nitida occasione da goal passa dai piedi di Leveque che si fa beffe di quattro avversari, entra in area e piazza la palla sul secondo palo, ma Moschella si dimostra in giornata di grazia. Sul capovolgimento di fronte è il Licata che va a segno con Cannavò che stacca su Pezzati ed insacca un pallone pennellato da Catalano. Il San Luca in evidente svantaggio cerca di sbilanciarsi per cercare di trovare il pareggio. Cozza cerca di dare maggiore peso all’attacco inserendo il neo-attaccante Selpa insieme a Bruzzaniti, ma il Licata riesce ad arginare le manovre offensive. Il San Luca, di contro, subisce le ripartenze dei padroni di casa: Al 32’st il Licata non sfrutta al meglio l’azione di contropiede in cinque uomini contro tre, con Frisenna che dal limite dell’area calcia alto. Il fischio finale arriva dopo quattro minuti di recupero, con uno sfortunato San Luca che interrompe la striscia di risultati utili consecutivi, ma che nonostante la sconfitta, esce a testa alta dal Dino Liotta di Licata.

TABELLINO DELLA GARA

SAN LUCA (4-3-3): Pedretti, Pitto, Cotroneo (30’st Murdaca), De Miranda, Pezzati, Spinaci (28’st Selpa), Carbone, Pelle (34’st Lorefice), Romero (28’st Selpa), Marchionna, Leveque. A DISPOSIZIONE: Callejo, Arcuri, Giaimo, Greco, Nagore;

ALLENATORE: Francesco Cozza.

LICATA (4-3-3): Moschella, Mazzamuto, Brunetti, Frisenna, Maltese, Guarino, Caronìa (32’st De Luca), Civilleri, Cannavò, Catalano (37’st Baglione), Treppiedi (45’+2’st Cappello); A DISPOSIZIONE: Di Carlo, Greco, Como, Dama, Rossitto, La Spada;

ALLENATORE: Giovanni Campanella.

AMMONITI: 11’pt Marchionna (SL), 2’st Mazzamuto (LI), 20’st Guarino (LI), 28‘st Caronia(LI), 45’+1’st Treppiedi (LI);

ESPULSI: 24’pt Marchionna (SL);

ARBITRO: Simone Pistarelli (Sez. Fermo); ASSISTENTI: Luca Bernasso (Sez. Milano), Matteo Taverna (Sez. Bergamo);

NOTE: Giornata uggiosa. Al 34’ pt ammonito l’allenatore del San Luca Francesco Cozza per proteste. Gara a porte chiuse; Recupero 3’pt, 4’st ANGOLI: 5-7.

© A.S.D. San Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *